Nemmeno alla Corrida

Stanotte ho dormito poco. Come se non bastasse, poi, stamattina mi sono svegliato con in testa una musichetta davvero alienante. Dopo vari tentativi di capire a quale misteriosa canzone appartenesse la melodia, ho avuto una visione: Sanremo 2002, Lollipop, Batte forte.

Comprendo perfettamente chi in questo momento sta smettendo di leggere il post e ancora di più ha tutto il mio sostegno il lettore che si sta dirigendo velocemente in bagno per espellere la colazione dal buco sbagliato. Tuttavia i fatti sono questi e non ci posso fare nulla.

Dopo ore e ore nel tentativo di compiere l’esorcismo che eliminasse questa impurità dal mio corpo (leggere un libro di Machine Learning pensando al peggior pop italiano di sempre non è proprio il massimo), ho deciso di adottare la terapia d’urto: cercare il pezzo su YouTube. Ne ho trovate addirittura due versioni: quella ufficiale, registrata in studio e incisa nei dischi, e il live al Festival di Sanremo. Da questa seconda esibizione deriva l’idea di questo post e la profonda consapevolezza che essere belli è molto più utile che essere capaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.