Ciao Federico

Federico Boeri

Un piccolo post per salutare una grande persona. Nei giorni scorsi ci ha lasciato Federico Boeri, per molti anni vicepreside del Liceo Scientifico Angelico Aprosio di Ventimiglia.

Riporto lo splendido commento di R. (pubblicherò il nome per intero, se vorrà) lasciato sul gruppo di Facebook creato per ricordare il Prof. Boeri. Credo che rispecchi al meglio quello che ogni suo studente, e più in generale ogni persona che l’ha conosciuto, provi in questo momento.

Maestro di vita non è un termine esagerato, chi ha conosciuto il professor Mario Federico Boeri non può che essere d’accordo.
Caro professore, io La ringrazio per avermi fatto amare la letteratura e la cultura in generale, non dimenticherò mai con quanta partecipazione e sensibilità ci parlava di Dante o di Cicerone, ma anche di storia, filosofia, arte, era sempre un piacere starLa a sentire.
Professore, Lei era unico anche quando si parlava di vita normale, di musica, di gastronomia, di donne, Lei ci aveva portato a Portofino in spiaggia, Lei in quinta ci concedeva tutto, andare al bar, fumare sul balcone, Lei a volte mi ha anche offerto una sigaretta o un caffè, insomma, Lei era proprio una persona speciale, ed eternamente, assieme al Suo ricordo, avrò il rammarico di non averLe mai espresso la mia riconoscenza.
Riposi in pace professore.

4 thoughts on “Ciao Federico

  1. Grazie ragazzi, per le belle parole sul mio papà… grazie per ricordarlo così come in effetti era…
    Federica

    • Ma di cosa é morto ? E poi , giá nel 2008 … Era sicuramente ancora giovane.
      Cancro ? Saluti. (Mi ricordo anche tua madre e il negozio in via Aprosio)

  2. Era statao anche il mio professore di letteratura dal 1976 1l 1980. Ci capivamo molto bene. E la bella moglie che aveva…
    Ma di cosa é morto ? E poi , giá nel 2008 ?? Ma allora non aveva neanche 70 anni….

  3. E vero, era un professore diverso da tutti gli altri, molto amato perché lasciava libertá ai suoi studenti. Ricordo che batteva sempre con la mano destra sulla cattedra in modo che la fede creasse le vibrazioni necessarie per riportare la calma in aula. A me inoltre aveva preso in simpatia nonostante non mi interessavo né di storia né di letteratura, ma diceva che scrivevo i temi migliori, allora chiudeva un occhio e mi interrogava solo una volta l’anno. Penso fosse nato nel 1945. Se é morto nel 2008 aveva dunque solo 63 anni. Ma di cosa é morto ? Grazie
    DD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.