Ipocrisia tutta italiana

L’hanno esclusa da Miss Italia 2011. Non per procedimenti penali, perché ha ucciso qualcuno o perché ha corrotto un giudice, ma semplicemente perché ha posato nuda su internet. La storia è piena di Miss Italia che lo hanno fatto dopo aver vinto il titolo. Ma prima no, altrimenti la moralità è messa in discussione.

“Quest’anno colte e semplici” è la tiritera degli organizzatori. Addirittura, qualche anno fa, tutte le ragazze erano “costrette” a rispondere a una sorta di test d’intelligenza che influiva sul punteggio finale.

Proviamo a immaginare la cosa al contrario: prima di dare un Premio Nobel, gli organizzatori chiedono a tutti i “papabili” di mettersi in bikini. Poi vengono valutati per la loro bellezza estetica e questo punteggio influisce sull’assegnazione del premio. Sarebbe veramente buffo, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.