Cacca Chiesa in cesso stato

san pietro1

Avete proprio letto bene: ho paragonato la Chiesa allo sterco. All’inizio volevo photoshoppare una bella caccona sopra la fotografia di San Pietro, ma poi mi spiaceva per tutti quegli artisti immortali (come Raffaello, Michelangelo e Bernini, per citarne alcuni) che ne hanno fatto uno dei monumenti più spettacolari del mondo.

Ma non divaghiamo.

Ormai da una vita (seppur non molto lunga, finora) mi chiedo cosa abbia portato l’avere lo Stato della Chiesa in Italia. Ogni volta mi rispondo: merda. Mi vengono infatti in mente solamente cose negative, tra le quali ne ho scelte tre.

  • I Patti Lateranensi. L’Italia è l’unico paese occidentale (correggetemi se sbaglio) in cui tutte le religioni sono uguali, ma una è più uguale delle altre. Così a scuola la Chiesa sceglie gli insegnanti di religione e un matrimonio celebrato in una chiesa cattolica è automaticamente valido anche in comune. Inoltre, non dimentichiamo il furto legalizzato dell’otto per mille, che in un momento di crisi come questo potrebbe portare aria pura alle casse statali.
  • Secondo la Chiesa, se Berlusconi dice una bestemmia “va contestualizzata”. Se però la dice qualcuno al Grande Fratello, allora deve essere immediatamente sbattuto fuori.
  • Esiste ancora una legge secondo la quale un edificio nel Comune di Roma non può essere più alto della cupola di San Pietro. A parte l’idiozia della cosa in sé, che ci paragona a quei Paesi dove l’estremismo religioso la fa da padrone, penso che la regola sia anche illegale, visto che il Cupolone si trova tecnicamente in un altro paese. È come se la Francia decidesse che a Nizza non ci può essere alcun edificio più alto dei palazzi di Monte Carlo. Suona strano, no?

Ora, al di là della mia esuberanza atea, penso che uno stato evoluto, che appartiene al G8 e che si spaccia come culla delle civiltà (l’Italia) deve necessariamente rivedere i suoi rapporto con uno stato enclave come quello della Chiesa. Ad esempio, eliminazione dei Patti Lateranensi e rimozione totale di qualsivoglia riferimento nella Costituzione Italiana. Inoltre, che si adegui ai minimi standard europei: ridimensionamento dei ripetitori di Radio Vaticana ai limiti del tumore, abolizione del segreto bancario, estradizione. Non ci sta? Allora niente Shengen, e obbligo del Passaporto per visitare San Pietro.

Ecco, ho finito; sono sudato, ma contento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.