Il futuro nel cloud

google-pc

Si chiama CR-48 e promette di essere il computer del futuro. La novità più importante è che… non ha l’hard disk. Secondo la scommessa di Google sul futuro di internet, gli hard disk presto andranno in pensione a favore del cloud: tutti i nostri dati risiederanno su internet, protetti dalle nostre credenziali, e saranno accessibili in qualunque momento da qualsiasi postazione.

Quindi, perché salvare i propri dati sul disco rigido, per poi doverselo portare appresso continuamente?

Non è tutto oro quello che luccica, però. Dubbi e perplessità rimangono sull’effettiva segretezza dei dati. Chi mi assicura che Google non utilizzi questi dati per fini commerciali? Inoltre, Google oggi c’è ed è forte, ma esisterà ancora tra 20, 30 o 50 anni? I miei dati sono davvero più al sicuro che a casa mia, dove posso controllarli (e anche ovviamente perderli o cancellarli erroneamente)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.