Cristicchi al Broletto

Simone Cristicchi

Questa sera mi sono trovato per caso a vedere uno spettacolo di rara qualità. Entrare in un bar per prendere una coca e scoprire che dalla porta posteriore si poteva assistere a uno spettacolo live di Simone Cristicchi è un’esperienza che si riesce a provare una sola volta nella vita.

Ad accompagnare l’artista c’era un quartetto flauto/violino/viola/violoncello talmente bravo da far venire la pelle d’oca. Il programma dello spettacolo, in parte recitato e in parte cantato, non prevedeva solamente pezzi di Cristicchi, ma anche grandi classici o semplicemente cover di pezzi più o meno noti.

Il concerto si è aperto con un medley strumentale dedicato a De André e con un’inusuale versione quasi parlata de “l’italiano” di Toto Cutugno. Non pensavo che a un certo punto della mia vita avrei apprezzato quel pezzo. Tra le altre cover, “il disertore” di Boris Vian (nella traduzione di Ivano Fossati), “io che ho avuto solo te” di Sergio Endrigo, “mi sono innamorato di te”, di Luigi Tenco. Per il resto si sono alternati interessanti brani di prosa e canzoni proprie di Cristicchi.

Dopo la serata al Thunder Road, questo piacevole imprevisto ci voleva proprio!

4 thoughts on “Cristicchi al Broletto

  1. Cacchio, sembra proprio che ne valesse la pena.
    Sbaglio o Cristicchi è uno dei pochi vincitori di Sanremo che ha una certa caratura intellettuale (depistata benissimo da quel singolo d’esordio)?

  2. In effetti è probabile. Forse l’unico altro dei recenti vincitori di livello alto è Cammariere. Ti dirò, in realtà, che il singolo d’esordio di Cristicchi (credo che tu intenda “Vorrei cantare come Biagio Antonacci”) secondo me è geniale.

  3. Sì, non è male come canzone, ma è passato a tutti come una canzoncina pop qualsiasi, tant’è che al secondo singolo, “Studentessa universitaria” o similia, fu criticato e giudicato banale/retorico perché andava a toccare dei temi sociali dopo una canzoncina “insipida”.
    (temo d’aver spiegato tutto malissimo).
    Mi scordavo di Cammariere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.